Informatore

Viva l’Italia CHE cambia!

AddThis Social Bookmark Button

Nei giorni in cui verrà diffuso con l’Informatore comunale il presente articolo, i cittadini di Mariano Comense dovranno pagare il saldo IMU per l’anno 2012 sugli immobili posseduti.

Grazie alla Lega i Marianesi possessori di prima casa e quelli di capannoni, botteghe, negozi, uffici che li utilizzano direttamente per la propria attività imprenditoriale e professionale pagheranno un imposta più bassa rispetto alla stragrande generalità dei cittadini degli altri Comuni d’Italia. Perché la Lega è da sempre contraria all’IMU sulla prima casa e difende chi crea impresa e lavoro! É stata una scelta difficile e sofferta trovare nel 2012 le risorse per mantenere i servizi erogati ai cittadini perché lo Stato restituisce al Comune sempre meno le tasse che i Marianesi gli pagano: nel 2012 sono quasi 3 Milioni di euro in meno rispetto al 2011! Così i cittadini Marianesi sono spremuti come limoni ed oltre tasse che già pagavano ne devono altre come l’IMU il cui gettito, salvo per quanto versato per la prima casa, va in parte sempre allo Stato!
Cambiano i governi, destra, centro, sinistra, ma la musica è sempre la stessa! Allora cosa fare? Come salvaguardare i tuoi risparmi, il tuo posto di lavoro, la possibilità per la tua famiglia ed i tuoi figli di continuare a vivere in uno dei territori che più ha garantito il benessere della sua Gente e che ora stanno portando alla rovina?
La Lega propone di organizzare lo Stato in maniera diversa: quando mai ha funzionato la pubblica amministrazione governata dallo Stato centrale? Quando mai ha redistribuito le risorse provenienti dalle tasse pagate sul territorio in maniera equa? I territori più poveri sono forse diventati più ricchi grazie a questo sistema?
Cambiamo!
Sosteniamo la creazione di una Comunità Autonoma fra più Regioni per lo svolgimento in comune di funzioni. Alla Comunità Autonoma è garantito l’integrale finanziamento delle funzioni attribuite.
Nella Comunità autonoma le risorse attribuite non possono essere inferiori al 75% del gettito tributario complessivo prodotto nel relativo territorio: le tasse che i cittadini marianesi versano restano finalmente sul loro territorio a loro beneficio!
La Lega sostiene l’Europa, ma quella dei Popoli! A detta di tutti l’Unione Europea è ridotta ad una pletora di burocrati e non costituisce un istituzione in grado di prendere decisioni comuni per affrontare le crisi economiche e persino le guerre! Cambiamo!
E come vogliamo l’Europa? Vogliamo che il Parlamento Europeo rediga un progetto di revisione degli attuali trattati europei (trattato di Unione Europea e trattato di funzionamento dell’Unione Europea) da sottoporre ad approvazione successiva. Il progetto di revisione deve prevedere una Unione Europea intesa come Unione democratica e federale dei Popoli e delle Regioni e deve prevedere la ridefinizione dei parametri necessari per l’adesione e la permanenza nell’area Euro limitandola solo a quei territori che hanno conseguito l’equilibrio tra entrate e spese del proprio bilancio. Il Parlamento Italiano deve coinvolgere il Popolo nella fase di approvazione dei nuovi trattati.
Senza questi cambiamenti i Marianesi sono condannati a versare sempre più tasse e ricevere sempre meno servizi: i loro guadagni versati in tasse continueranno ad alimentare il sistema attuale che mantiene l’altra metà di paese improduttivo e parassita.
A voi la scelta: mantenere ancora la casta dei mantenuti o sostenere la Lega che vuole un'Italia diversa!